NEWS ED EVENTI

La voce di Tiziana Ghiglioni

Una delle grandi voci del jazz italiano, assente da tempo sulla scena torinese, si esibisce mercoledì 18 ottobre in Osteria, accompagnata dalla chitarra di Fabio Fidanza.

Considerata la first lady del jazz italiano, Tiziana Ghiglioni inizia a mettersi in luce alla fine degli anni ’70 con la fortunata tournée di uno spettacolo fra Shakespeare e Duke Ellington con Giorgio Gaslini e Giorgio Albertazzi. Nella sua carriera ha suonato con tutti i migliori jazzisti italiani, come Enrico Rava, Franco D’Andrea, Enrico Pieranunzi, Paolo Fresu, Roberto Gatto, Gianluigi Trovesi, Giancarlo Schiaffini. Con un musicista, in particolare, ha instaurato un profondo rapporto umano e musicale: il grande pianista e compositore afro americano Mal Waldron, con cui si è esibita in tutta Italia e in Europa quasi ripercorrendo i tempi in cui Waldron suonava con Billie Holiday. In 35 anni di carriera, Tiziana Ghiglioni ha realizzato importanti tour nazionali ed europei partecipando a tutti i più noti eventi del settore nazionali e internazionali. Numerosi i premi alla carriera conseguiti, tra cui: Rai Jazz, Iseo Jazz, Positano Jazz e Italian Jazz Awards, oltre al conferimento nel 1994 della “Targa Tenco” come migliore interprete dei brani del cantautore.

In Osteria Tiziana Ghiglioni racconterà la sua passione per il jazz, nata dopo aver ascoltato un concerto di Archie Shepp, e interpreterà i brani di musicisti che hanno segnato la sua carriera: George Gershwin, Charles Mingus, Thelonious Monk e Mal Waldron.

 

MENÙ

Assortimento di stuzzichini e calice di benvenuto
Cannelloni farciti di vitello e ricotta gratinati in salsa Mornay
Lonzino di maiale alle mandorle con verza brasata
Tortino al fondente in salsa cachi

Vini in abbinamento selezionati dal sommelier. Acqua e caffè.

Costo: 30 euro

Dopo le 22 si potrà partecipare al concerto con una degustazione al prezzo di 12 euro (un calice di vino accompagnato da stuzzichini o dolce). In questo caso non è assicurata la possibilità di sedersi a un tavolo nella sala del concerto.

Share
Facebook Twitter Google
BACK TO LIST