JCT Big Band

JCT Big Band

JCT Big Band per Torino Jazz Meetings

 

Aspettando il TJF – Torino Jazz Festival, la Big Band diretta da Valerio Signetto si esibisce mercoledì 18 aprile in Osteria, per i Torino Jazz Meetings, vetrina delle eccellenze jazz del Piemonte.
La JCT Big Band si è costituita nel 2009, grazie al progetto europeo di cooperazione transfrontaliera “Musiche dal vivo nelle Alpi Latine” ed è diretta dal M° Valerio Signetto, sassofonista dalle prestigiose collaborazioni, tra cui la Torino Jazz Orchestra, fondata da Gianni Basso, l’Italian Sax Ensemble, le orchestre sinfoniche della Rai e del Teatro Regio.
Dalle ore 20 è in programma la cena con menù degustazione alla carta (2 portate a scelta tra i piatti selezionati), gelato alla crema con colatura di Marsala, acqua, vino e caffè, al costo di 30 euro. Dalle ore 21.30 si potrà partecipare al concerto al costo di 15 euro (ingresso + un calice di vino accompagnato da stuzzichini o dolce) fino ad esaurimento dei posti a sedere. I posti per il dopocena sono limitati.

Formazione
Valerio Signetto, conductor & sax soloist
Sara Kari, alto sax
Federico Biglietti, alto sax
Gledison Zabote, tenor sax
Gabriele Peradotto, baritone sax
Stefano Calcagno, trombone
Enrico Allavena, trombone
Enrico De Laurentis, trombone
Walter Spiandore, trombone
Sergio Bongiovanni, trumpet
Luigi Napolitano, trumpet
Danilo Perrero, trumpet
Denis De Marco, trumpet
Edoardo Dalle Nogare, trumpet
Marcello Picchioni, piano
Enrico Ciampini, bass
Davide Bono, drums
Lucio Simoni, guitar

 

Archivi

Categorie

Aires de Tango

Aires de Tango

AIRES DE TANGO

 

Le atmosfere delle milongas di Buenos Aires rivivono sabato 14 aprile in Osteria, con i passi del tango del milonguero Fernando Carrasco, campione metropolitano di Buenos Aires per tre volte di seguito, e della ballerina professionista Carolina Giannini. Dopo la loro esibizione e il racconto della cultura del tango in Argentina, l’osteria si trasformerà in una sala da ballo per tutti i tangueros.

 

Menù
Aperitivo a buffet con stuzzichini
Bife de chorizo con papas al horno (controfiletto di Angus argentino con patate al forno)
Copa Don Pedro (gelato crema, whisky e noci)

Vini in abbinamento selezionati dal sommelier, acqua e caffè

Costo: 30 euro
Dopo le 22 si potrà partecipare alla serata con una degustazione al prezzo di 15 euro (un calice di vino accompagnato da stuzzichini o dolce) fino ad esaurimento dei posti a sedere.

 

Bio
Fernando Carrasco è un milonguero completo e un docente impeccabile. È stato campione metropolitano di Buenos Aires per tre volte di seguito e si è classificato secondo al Campionato Mondiale di Tango di Buenos Aires e primo al Certamen Pelando Variaciones.
Carolina Giannini è una ballerina professionista di tango e un’artista che sperimenta la fusione dei generi. Ha ballato alla Concert Hall e si è esibita al Peacock Theatre Sadlers Wells a Londra, al Joyce Theatre di New York, al Teatro Victoria di Barcellona, al Walt Disney Concert Hall di Los Angeles, alla Petronas Filharmonik Hall di Kuala Lumpur, al Shangai Oriental Arts Center, al Folie Bergére di Parigi, ecc…

 

Archivi

Categorie

Frank, The Voice

Frank, The Voice

FRANK, THE VOICE

L’omaggio a Frank Sinatra di Lil Darling

 

A Frank Sinatra “The Voice” è dedicato lo spettacolo di mercoledì 11 aprile scritto e interpretato dalla cantante, attrice e compositrice Lil Darling, al secolo Liliana Di Marco, che ripercorre, attraverso le sue canzoni, l’intensa vita di un interprete unico. In scena, la musica si alternerà a parti recitate tratte dall’autobiografia e da diversi scritti su Sinatra. Tra i brani in programma: Fly me to the moon, Guys and dolls, The lady is a tramp, Chicago, Angel eyes, Mack the knife, That’s life, I’ve got you under my skin, Moon river, What now my love, My way.

Formazione
Lil Darling, voce
Fulvio Vanlaar, pianoforte
Francesco Bertone, contrabbasso

Menù
Aperitivo a buffet con stuzzichini
Insalatona primaverile (pomodoro, misticanza, uovo sodo, mais, olive) e tagliata di vitello Fassone Piemontese
Mousse al fondente 72% con zafferano
Vini in abbinamento selezionati dal sommelier, acqua e caffè

Costo: 30 euro
Dopo le 22 si potrà partecipare al concerto con una degustazione al prezzo di 15 euro (un calice di vino accompagnato da stuzzichini o dolce) fino ad esaurimento dei posti a sedere nella sala del concerto.

Bio
Liliana Di Marco (in arte Lil Darling) è una jazz vocalist che dal 1996 al 2005 è stata protagonista indiscussa al Teatro Regio di Torino di “All That Swing”, rassegna dedicata ai grandi interpreti e compositori dello swing e del jazz. “All That Swing” è stato replicato con successo al Teatro Carlo Felice di Genova e al Teatro Coccia di Novara; è andato in scena nei più importanti jazz-club italiani (dal Blue Note di Milano all’Alexander Platz di Roma, dalla Cantina Bentivoglio di Bologna al Cotton Club di Ascoli Piceno, al Naima di Forlì) ed è stato portato in tournée a Parigi e in Giappone, a Tokyo e Osaka. Lil Darling ha inciso sei dischi di standard jazz di cui uno (Night and Day) è distribuito dalla Pony Canyon in Giappone.

Archivi

Categorie

The Wrammers Jam Session

The Wrammers Jam Session

The Wrammers Jam Session

 

Il clarinettista Fabio Freisa sarà il primo ospite del “The Wrammers Jam Session”, l’appuntamento con le improvvisazioni del quartetto d’archi The Wrammers che, una volta al mese, si mette alla prova in un incontro/confronto di virtuosismi con altri strumentisti provenienti dal mondo del jazz, rock, pop o della musica classica.
Nato nel 1988, Fabio Freisa compie i suoi studi musicali al Conservatorio di Torino e li perfeziona seguendo masterclass con alcuni tra i principali clarinettisti a livello internazionale. Da solista collabora con molte orchestre sinfoniche e da camerista suona con diversi ensemble, tra cui l’Ensemble Novecento e Les Temps Modernes.
Dalla grande tradizione classica italiana al travolgente jazz americano, l’ensemble The Wrammers nasce a Torino nel 2016, durante gli anni del Torino Jazz Festival. Nell’ultima edizione, l’orchestra d’archi del maestro Oscar Doglio Sanchez ha collaborato alla realizzazione del progetto dedicato al celebre chitarrista Django Reinhardt. Il gusto per la fusione di sonorità ricercate dal carattere sinfonico e al contempo virtuosismi ed improvvisazioni crearono, in quell’occasione, una novità assoluta nel panorama musicale europeo. Ad oggi il progetto vanta numerose collaborazioni con artisti dei più variegati generi musicali: pop, rock, jazz, elettronica e altri.

Formazione
Violoncello: Oscar Doglio Sanchez
Violino I: Paolo Chiesa
Violino II: Matteo Mandurrino
Viola: Ruggero Mastrolorenzi

Menù
Salsiccia di Bra cruda con misticanza o insalata di carciofi con scaglie di grana
Panzerotti di magro agli asparagi o ravioli di carne al fondo di brasato
Cremino al torrone in salsa di cioccolato

Vino selezionato dal sommelier, acqua e caffè
Costo (cena + concerto): 28 euro
Dopo le 22: 10 euro (concerto + un calice di vino), fino ad esaurimento dei posti a sedere nella sala del concerto

Info e prenotazioni
Tel: 011.543070 – E-mail: info@osteriarabezzana.it
Per partecipare alla jam session contattare il numero 331.2991120

 

 

Archivi

Categorie

Gli anni ’60 di Billi Spuma e i suoi Gassati con Adriano Cardinale

Gli anni ’60 di Billi Spuma e i suoi Gassati con Adriano Cardinale

Gli anni ’60 con Billi Spuma e i suoi Gassati e Adriano Cardinale

 

Billi Spuma e i suoi Gassati cantano l’Italia dei capelloni e delle speranze giovanili, del Cantagiro e delle rotonde sul mare, per un viaggio negli anni del beat italiano. Tra twist e hully gully, surf e rthythm and blues, la band ripercorre in Osteria la storia, il costume, i balli e le mode degli anni ’60 ospitando, una volta al mese, uno dei protagonisti di quei mitici anni.
Giovedì 5 aprile il primo ospite sarà Adriano Cardinale, il noto operatore cinematografico proveniente da una famiglia che ha una certa familiarità con il cinema. Adriano Cardinale ha frequentato il primo corso per operatori Steadicam in Italia con il suo inventore Garrett Brown, ha conosciuto i protagonisti del cinema e della televisione italiana degli ultimi 40 anni ed è anche uno dei primi testimoni della nascita e dello sviluppo della tv privata torinese. Ai suoi racconti si intervalla l’interpretazione dei successi dei protagonisti della musica italiana di Billi Spuma e i suoi Gassati che si presentano nella storica formazione con il loro sound incisivo e trascinante per uno spettacolo totale.

Formazione
Billi Spuma, voce
Marc Fioretti, tastiere e cori
Paul Vinci, chitarra e cori
Benny Pizzuto, basso
Gianluigi Corvaglia, sassofono
Gigi Morello, batteria

Menù
Aperitivo a buffet con stuzzichini
Roast beef all’inglese con insalata di patate, olive nere e pomodorini
Cremino al torrone in salsa cioccolato

Costo: 30 euro
Vini in abbinamento selezionati dal sommelier, acqua e caffè
Dopo le 22 si potrà partecipare al concerto con una degustazione al prezzo di 15 euro (un calice di vino accompagnato da stuzzichini o dolce) fino ad esaurimento dei posti a sedere nella sala del concerto.

Archivi

Categorie

L’Opera in Osteria con le voci della lirica

L’Opera in Osteria con le voci della lirica

L’Opera in Osteria con le voci della lirica

 

“Vino, libagioni e dintorni”, uno dei grandi temi della lirica esce dal teatro ed entra in Osteria interpretato da un trio di voci dell’opera: Federica Giansanti, soprano, Matteo Pavlica, tenore e Marco Tognozzi, baritono, accompagnati al pianoforte da Francesco Cavaliere.
Il perdurare del successo dell’opera lirica è dovuto anche alla sua capacità di dare voce ed emozione ai molteplici e variegati sentimenti che insieme disegnano la natura umana, come l’amore, la passione, l’amicizia, la gioia, il dolore, il tradimento, la rivalità, nel gioco permanente dell’alternarsi di serietà e allegria. “Vino, libagioni e dintorni” porta alla ribalta compositori e temi celebri dell’opera coinvolgendo il pubblico attraverso l’ascolto e lo storytelling.
Federica Giansanti consegue nel 2001 il Diploma di canto e nel 2012 il Diploma Accademico di II livello, entrambi con il massimo dei voti. È vincitrice di numerosi concorsi internazionali e si è esibita nei più importanti teatri italiani. La duttilità e il colore della sua voce l’hanno portata a interpretare i ruoli di Fiordiligi in “Così fan tutte”, Donna Elvira nel “Don Giovanni” di Mozart, Alice in “Falstaff” e Violetta nella “Traviata” di Verdi. Matteo Pavlica, diplomato al Conservatorio in pianoforte e canto lirico, ha seguito corsi e masterclass in Italia, Francia, Germania, Finlandia. Vincitore del concorso internazionale per artisti del coro indetto dal Teatro Regio di Torino, ha cantato per il Teatro Verdi di Trieste, La Fenice di Venezia e la Radio Televisione Italiana. Insegna canto e tecnica vocale a Torino, collaborando con istituzioni internazionali come il Trinity College of Music di Londra. Marco Tognozzi inizia gli studi di canto nel 1985 al Conservatorio Donizetti di Bergamo e nello stesso anno vince l’audizione per ricoprire il posto di Artista del Coro al Teatro Donizetti di Bergamo. Si diploma a pieni voti nel 1991. Il debutto avviene ad Alessandria nel Rigoletto, successivamente ricopre ruoli da protagonista e comprimario in opere quali Traviata, Cavalleria Rusticana, Barbiere di Siviglia, Werther. Dal 1995 è artista stabile del coro del Teatro Regio di Torino, dove ha anche ricoperto ruoli di comprimario in opere quali Traviata, Sly, La pulzella d’Orleans, Bohème, Butterfly, Lucrezia Borgia.

Formazione
Federica Giansanti, soprano
Matteo Pavlica, tenore
Marco Tognozzi, baritono e direttore artistico
Francesco Cavaliere, maestro accompagnatore (al pianoforte)
Marco Tognozzi e Anna Galletti, storytelling

Programma
Mascagni – Viva il vino spumeggiante (Cavalleria Rusticana)
Verdi – Brindisi di Jago (Otello)
Verdi – Libiamo né lieti calici (Traviata)
Verdi – Brindisi (Aria da camera)
Donizetti – Mesci, mesci (Il campanello)
Thomas – O vin dissipe la tristesse (Hamlet)
Rossini – Tocchiamo, beviamo (La Gazza Ladra)
Hoffenbach – Ah quel dinner (La Pericole)
Gounod – Vin ou Biere (Faust)
Donizetti – Il segreto per esser felici (Lucrezia Borgia)

Menù
Aperitivo di benvenuto a buffet
Branzino farcito alla mediterranea con riso saltato alla curcuma e verdurine
Biancomangiare alle fragole

Costo: 30 euro
Vini in abbinamento selezionati dal sommelier, acqua e caffè
Dopo le 22 si potrà partecipare al concerto con una degustazione al prezzo di 15 euro (un calice di vino accompagnato da stuzzichini o dolce) fino ad esaurimento dei posti a sedere nella sala del concerto.

Archivi

Categorie

Pin It on Pinterest